Passate le elezioni il lavoro è già ricominciato: l’organizzazione della presenza nelle vertenze, il lavoro antirazzista e antifascista, i volantinaggi e gli attacchinaggi, la definizione delle modalità di lavoro ed organizzazione, la partecipazione alle assemblee nazionali e cittadine.
Sabato, 18 Novembre 2017 19:45

Linee strategiche e alleanze elettorali

Pubblichiamo un’interessante riflessione sulla ricostruzione dell’identità comunista e non genericamente di “sinistra”, ancor più necessaria durante il passaggio elettorale.
Sabato, 28 Ottobre 2017 21:06

I comunisti e le elezioni - parte II

Alle forze del teatro Brancaccio manca la determinazione a ricostruire l’unità della sinistra antiliberista sul piano del conflitto sociale, ai comunisti manca la coscienza che il partito non c’è e va ricostruito.
Sabato, 21 Ottobre 2017 21:38

I comunisti e le elezioni - parte I

Delucidazioni a livello concettuale dei compiti dei comunisti in occasione delle elezioni per la selezione del personale volto a dirigere uno Stato imperialista.
Nella fase attuale il capitale legato all’euro incontra problemi crescenti nell’organizzazione del consenso. Il rimedio è organizzare il dissenso.
La responsabilità dell’azione politica, la consapevolezza della fase e del rinnovato vigore che la lotta di classe oggi ci impone: il giornale come strumento di coordinamento dei comunisti
Sabato, 28 Gennaio 2017 14:21

Francia 2017: la forza della speranza

Per le Presidenziali francesi si confida nell’affermazione del diritto
Il ruolo dei comunisti nella Resistenza e la nascita della Repubblica democratica
Il ruolo dei comunisti nella Resistenza e la nascita della Repubblica democratica
Sabato, 26 Settembre 2015 23:02

Fuori dal pantano delle terre di mezzo

Fuori e contro l’orizzonte del centrosinistra c’è lo spazio politico per rilanciare il ruolo dei comunisti.

Pagina 1 di 2

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: