Interni

Tragedia di Genova, il governo parla di revoca della concessione ad Autostrade e nazionalizzazione. Ma cosa c’è realmente dietro a questa inversione di tendenza rispetto alle privatizzazioni cui da decenni siamo abituati?

Le autostrade che crollano e le macerie del neo-liberismo italiano.
Ripristinate "in via sperimentale" fino alla fine di ottobre le corse domenicali dei bus che collegano i centri della zona a Milano. La lotta paga, ma non deve fermarsi qui.
Vogliamo veramente cambiare le cose o vogliamo che il PD, magari “rigenerato” si affermi alle prossime elezioni europee?

Un film tragico, dalla sceneggiatura complicata, con tanti personaggi oscuri.

Il Movimento 5 Stelle sulla realizzazione del gasdotto TAP ha assunto una posizione ambigua assecondando gli interessi privati.

Casaleggio profetizza la fine del Parlamento e scandalizza? Parliamo allora dei consigli.

Il popolo non ha amici o poteri che lo tutelino, ma ha bisogno innanzitutto di fuoriuscire dall’ignoranza cui è stato da sempre relegato.
Contro il razzismo non basta l’etica, occorre la lotta di classe nei luoghi di lavoro.

I braccianti non si arrendono e dalle loro lotte può nascere una nuova era.

Chi si ricorda del 25 luglio 1943? Impreparazione, cinismo e corruzione della classe dirigente.
Per quanto sia una rivoluzione-restaurazione quella portata avanti dal governo Conte, non bisogna accordarsi a chi la critica da destra, ma rilanciare dal basso il processo rivoluzionario.
Le ragioni degli insuccessi delle principali forze populiste di sinistra e i limiti strutturali di una politica populista declinata a sinistra.
Mondializzazione e sovranismo: due strategie per mantenere in vita il sistema capitalistico?
Può essere utile alla sinistra servirsi del bagaglio teorico e storico del populismo per uscire dal suo attuale minoritarismo?
Al via il XVIII Congresso della Cgil. Nel documento #Riconquistiamo tutto! c'è l'alternativa alla linea di Susanna Camusso.
Passate le elezioni il lavoro è già ricominciato: l’organizzazione della presenza nelle vertenze, il lavoro antirazzista e antifascista, i volantinaggi e gli attacchinaggi, la definizione delle modalità di lavoro ed organizzazione, la partecipazione alle assemblee nazionali e cittadine.
Il 2 giugno gli antisistema di facciata vanno alla parata militare, i comunisti manifestano contro gli armamenti e l’imperialismo.
Il 2 giugno gli antisistema di facciata vanno alla parata militare, i comunisti manifestano contro gli armamenti e l’imperialismo.
Pagina 2 di 23

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: