Interni

Note sparse sulla riforma della scuola in assenza di opposizione sociale.
Ovvero dai falansteri a "proletari di tutto il mondo unitevi" e ritorno!
La classe dirigente del nostro paese non perde l’occasione di mostrarsi diligente nell’applicazione di misure, necessarie alla salvaguardia dei rapporti di produzione, che ci stanno conducendo alla rovina.
Sul bilancio 2017 approvato dall’Oref, come si sta muovendo l’attuale giunta pentastellata? Acconsente a tagliare sul sociale, come previsto, o provvederà alle emergenze in cui versano interi quartieri periferici?
Una pensionata di 81 anni è deceduta a causa del ritardo dei soccorsi. Anche in Toscana i tagli e le privatizzazioni stanno producendo i loro frutti velenosi.
Procede anche in Italia la mobilitazione delle donne verso l’ 8 marzo 2017 che vedrà lo Sciopero Globale a cui aderiscono in contemporanea mondiale le donne di oltre quaranta nazioni.
Al via in Val Susa le speculazioni private sui paesi devastati dai cantieri TAV.
Terza ed ultima tappa dell’analisi della legge che istituisce anche in Italia il sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita sino ai sei anni
Il sogno di raggiungere un lavoro o la famiglia, comunque di lasciarsi alle spalle povertà e guerre si infrange contro l’alta tensione della rete elettrica.
Lo sciopero dell' 8 marzo, cui hanno aderito molti sindacati della scuola, può essere l'occasione per rilanciare la mobilitazione contro la legge 107.
Non sarà un 8 marzo come gli altri, questo “ Lotto marzo 2017.”
Scissioni e ricomposizioni a sinistra: tutto deve cambiare affinché tutto resti come prima?
D’Alema e Bersani rompono col PD e restano nel progetto liberista.
Una nuova primavera di lotte nella scuola per abrogare la legge 107.
I movimenti femminili preparano lo sciopero internazionale dell’8 marzo. Lo sciopero delle donne contro i soprusi e le violenze
La responsabilità dell’azione politica, la consapevolezza della fase e del rinnovato vigore che la lotta di classe oggi ci impone: il giornale come strumento di coordinamento dei comunisti
I movimenti femminili preparano lo sciopero internazionale dell’8 marzo. Lo sciopero delle donne contro i soprusi e le violenze
Seconda tappa dell’analisi della legge che istituisce anche in Italia il sistema integrato di educazione e istruzione, dalla nascita sino ai sei anni
Se il quattro ottobre il vento del cambiamento era ancora auspicabile, oggi non spira neanche una lontana brezza su Roma. Oggi la città si ribella.
Lavoratrici e sindacati di base verso l’8 marzo, per trasformarlo da commemorazione a giornata di lotta. Alla quale, però, il maggiore sindacato italiano non ha ancora aderito
Dalla questione migranti emerge chiaramente la mancanza di volontà di gestione razionale del fenomeno da parte della politica italiana ed UE, che continuano a speculare su una strage
Colori di Paradiso avvolgono farmaci gravemente pericolosi per i pazienti e scandalosamente costosi per il sistema sanitario
Diversi fili del discorso si sono intrecciati per tessere una grande tela…attenzione a non svuotare di senso parole ed esperienze
Oltre alle accuse mosse dai pm di “falso e abuso d’ufficio” un altro capo d’accusa mina indelebilmente la credibilità
Con otto deleghe la nuova ministra dell’istruzione riprende l’attuazione della legge 107; il movimento della scuola risponde riorganizzandosi.
Si va al pronto soccorso per colmare il vuoto esistente fra il medico di base e i servizi sanitari. I Toscani scippati del referendum contro l'accentramento e la privatizzazione dei servizi.
La Procura di Roma riapre il caso Cucchi e accusa di omicidio preterintenzionale i tre Carabinieri che lo arrestarono e lo torturarono.
Una decisiva battaglia persa dall’opposizione di sinistra per la paura di combatterla
La censura, la manipolazione e la sovrapproduzione di notizie come strumenti di lotta di classe
Romeo e la Consip. Il più grande appalto d’Europa per beni e servizi destinati alle pubbliche amministrazioni sotto i riflettori della magistratura.
Pagina 7 di 20

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: