Scuola e Università

In occasione della tornata annuale delle prove INVALSI è bene riflettere su alcuni temi che fanno da scheletro all’ideologia che ispira dispositivi e pratiche dell’Istituto Nazionale di Valutazione, diffusa nei suoi documenti, rivolti alla scuola e alle famiglie.
Un’analisi sui comportamenti aggressivi degli alunni nelle scuole.
La fatica di esistere dell’alternanza scuola lavoro.
La diffusione dell’Appello per la Scuola Pubblica, redatto da un gruppetto di otto sodali, compagni di letture, riflessioni e lotte, ha raccolto oltre 11.000 firme di adesione ai suoi sette punti.
È tempo di campagna elettorale e di proposte demagogiche su università e ricerca da parte di coloro che sono responsabili del processo di loro dissoluzione.
I diplomati magistrale si mobilitano in seguito alla sentenza negativa del Consiglio di Stato e ottengono un primo riconoscimento della propria situazione.

Finanziamenti mancanti e promesse disattese dal governo: tagliati ovunque i fondi allo studio e alla ricerca.

La proposta contrattuale dei sindacati propone gli straordinari come mezzo per recuperare il potere d’acquisto perso, accettando la compressione salariale.
Gli studenti si organizzano per mobilitarsi contro l’alternanza scuola-lavoro e per studiarne gli effetti.
Corruzione universitaria: la scoperta dell’acqua calda.
La crisi dell’Università e lo sciopero dei docenti.
Anche quest’anno accademico scuole e università sono nel mirino di governo e Confindustria: sempre meno qualità e sempre più indirizzi business-friendly fanno dell’istruzione un terreno caldo di lotte.
Un’azione politica molto debole e poco incisiva sia per gli obiettivi che per i metodi impiegati.
Il problema dei sordi come una minoranza linguistica e la Lingua dei Segni, fra insegnamento, apprendimento, valore d’uso.
Breve biografia di una parola e del suo successo. E’ possibile meritare qualcosa, che sia premio o castigo, senza il concorso dell’Altro?
La più grande casa editrice scientifica a difesa della rendita.
Breve biografia di una parola e del suo successo. E’ possibile meritare qualcosa, che sia premio o castigo, senza il concorso dell’Altro?
Un commento al decreto delegato n 65/2015 sul sistema integrato 0/6.
Un commento al decreto delegato n 65/2015 sul sistema integrato 0/6.
Politiche di privatizzazione e aziendalizzazione dell'Università pubblica.
Pagina 1 di 6

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: