Il blocco deve essere rimosso subito e per sempre

Dichiarazione dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba contro il blocco economico degli Stati Uniti contro Cuba


Il blocco deve essere rimosso subito e per sempre Credits: https://freesvg.org/img/viva-cuba-libre.png

Da oltre un mese stiamo tutti i giorni apprendendo notizie - da quotidiani, televisioni e reti sociali - sulla diffusione del virus SARS-CoV-2, che provoca la malattia Covid-19.

La pandemia, dichiarata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sta colpendo praticamente tutte le nazioni del mondo con una capacità di contagio molto elevata e con la necessità di numerosissimi ricoveri ospedalieri, molti dei quali nelle terapie intensive e, purtroppo, con una quantità impressionante di decessi.

Non tutti i paesi hanno un sistema di protezione della salute che possa far fronte alle necessità causate da questo virus e molti di essi, anche se fanno parte del cosiddetto primo mondo, vedono le loro strutture messe in ginocchio dalle politiche di privatizzazione della sanità che rendono insufficiente la risposta alle richieste di assistenza.

In un contesto già di per sé drammatico, gli Stati Uniti continuano a mantenere misure di blocco economico, commerciale e finanziario nei confronti di paesi come Cuba, con false e pretestuose motivazioni, ma che sempre in definitiva servono a mascherare il reale obiettivo: imporre il rovesciamento di sistemi politici e sociali, in spregio alle più elementari regole del Diritto Internazionale e alla sovranità di ogni paese, compresi gli Stati terzi colpiti dall’extraterritorialità delle misure imposte.

Queste misure vessatorie non permettono, ai paesi colpiti dalle unilaterali e illegali sanzioni statunitensi, l’acquisto di medicinali, apparecchiature sanitarie e materiali necessari ad affrontare in sicurezza la pandemia.

Approfittare di una così terribile emergenza sanitaria per miserabili fini di supremazia, manifesta un’assoluta mancanza di umanità e di logica, dato che il problema del contagio riguarda tutti gli abitanti del mondo e si potrà risolvere solo con la partecipazione e con la solidarietà di tutte le nazioni e tra tutte le nazioni.

Riteniamo che il Governo italiano debba impegnare efficacemente la sua diplomazia nei confronti degli Stati Uniti, per arrivare all’eliminazione immediata e definitiva di misure punitive contro altri paesi. Vale la pena ricordare che l’Italia, insieme alla quasi totalità delle nazioni, si è più volte espressa all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a favore dell’eliminazione del blocco economico, commerciale, finanziario, scientifico e culturale imposto a Cuba dagli Stati Uniti. La stessa Unione Europea più volte ha ribadito l’anacronistico mantenimento del blocco contro Cuba.

La salute è un Diritto Umano e questo principio vale per ogni persona, qualunque sia la sua nazionalità, il colore della pelle, il genere, l’opinione politica e il suo pensiero religioso o filosofico.

La presente dichiarazione viene trasmessa alle istituzioni nazionali e internazionali, ciascuna per i propri ambiti decisionali.
Milano, 6 aprile 2020

11/04/2020 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: https://freesvg.org/img/viva-cuba-libre.png

Condividi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: