Venerdì, 26 Febbraio 2016 16:31

Il fallimento dei paesi europei: il caso danese

La crisi economica si fa sentire anche dalle parti di Copenaghen, la causa è sempre il liberismo-capitalismo, l’idolo da abbattere.

Venerdì, 19 Febbraio 2016 21:37

La riforma monetaria può bastare?

La subdola finanza liberista ha messo sul lastrico interi popoli.

Venerdì, 22 Gennaio 2016 13:15

Praticare la rottura, rovesciare il presente!

Documento dei GC. No a precarietà, euro e UE. Per il socialismo.

"La UE oggi è lo strumento delle borghesie europee. Dovunque si incrini la catena, là si deve agire per spezzarla."

La Città Futura intervista Stefano Fassina su assetto "costituzionale" dell'UE e la gabbia dell'euro.”

Sabato, 21 Novembre 2015 16:33

L'Europa e l'imperialismo tedesco di ritorno

Viaggio nella crisi. Un’ analisi delle radici della genesi del polo imperialista europeo ad egemonia tedesca.

Ospitiamo questo contributo di Bruno Steri al dibattito interno del Partito della Rifondazione Comunista.

Nella attuale situazione di imbarbarimento diviene essenziale abbandonare l’eurocentrismo. Vediamo perché.

Controlacrisi intervista Sandro Targetti su costituente della sinistra, Syriza e linea del PRC.

L’elezione alla testa del Labour Party di Jeremy Corbin può favorire il riavvicinamento dei movimenti di protesta a un partito di massa.

Pagina 3 di 4
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: