Il gelo si scioglie

Proponiamo in streaming un classico della lotta contro i kulaki del regista sovietico Boris Vasilevic Barnet


Il gelo si scioglie

Titolo italiano Il gelo si scioglie
Titolo originale Ledolom
Paese Unione Sovietica
Anno 1931
Regista Boris Vasil'evič Barnet
Colore Bianco e nero
Sonoro Muto
Lingua /
Sottotitoli Italiano
Durata 1h 02’
Qualità del filmato Discreta

Tratto dal romanzo omonimo di K. Gorbunov, il film ci parla della lotta di classe per come si presenta in una società socialista che combatte “contro i resti del capitalismo”. Come in altri film dell’epoca (La linea generale e Il prato di Bezhin, entrambi di Eisenstein) il focus è nelle campagne ed in particolare nella lotta contro i kulaki (i proprietari terrieri indipendenti).

Nella cittadina di Uslada, Anka si lascia sedurre e mettere incinta dal figlio di un ricco kulako che però non ha nessuna intenzione di sposarla. Il presidente del Consiglio comunale, che dovrebbe giudicare delle accuse che vengono mosse da parte del padre della giovane, si lascia facilmente corrompere fin quando non viene nominato al suo posto un nuovo presidente, mentre Anka viene eletta come membro del Consiglio Comunale. Il matrimonio riparatore proposto dal kulako, poi, è rifiutato da Anka che partorisce da sola il suo bambino. Intanto i soprusi dei kulaki si fanno sempre più intensi fino a quando l’intero villaggio entra in mobilitazione e i malfattori vengono giudicati dalle autorità regionali.

Buona visione!

05/08/2017 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: