Kinopravda (cinema-verità)

Proponiamo in streaming uno dei principali lavori del regista sovietico Dziga Vertov dove si applica il metodo del cine-occhio per descrivere la realtà dell’Unione Sovietica.


Kinopravda (cinema-verità)

Titolo italiano Kinopravda (cinema-verità)
Titolo originale Kinopravda
Paese Unione Sovietica
Anno 1925
Regista

Dziga Vertov

Colore Bianco e nero
Sonoro Musica
Lingua Russo
Sottotitoli Italiano
Durata 1h’ 28’
Qualità del filmato Discreta

Insieme con le pellicole a tema, furono due cinegiornali periodici a tenere occupato Vertov nella prima metà degli anni Venti. Uno di questi era la sua famosa Kinopravda (1922-1925), l’altro era il più oscuro Goskinokalendar (Cinecalendario di Stato), che uscì dall’aprile del 1923 al maggio del 1925. Kinopravda (cinema-verità) era il più ambizioso dei due lavori: dal punto di vista cinematico era del tutto sperimentale, aveva un taglio politico ed era nato per essere notato e discusso.

Per realizzarlo Vertov si valse della collaborazione di vari operatori (fra cui il fratello M. A. Kaufman) e applicò il metodo da lui stesso teorizzato del kino-glaz, o cine-occhio.

Buona visione!

20/08/2017 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Dziga Vertov

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: