Que viva Mexico!

Proponiamo in streaming il documentario dedicato al Messico rivoluzionario girato dal regista sovietico Sergej Ėjzenštejn.


Que viva Mexico!

Titolo italiano Que viva Mexico!
Titolo originale ¡Que viva Mexico!
Paese Unione Sovietica
Anno 1931
Regista Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
Colore Bianco e nero
Sonoro Dialoghi e musica
Lingua Italiano
Sottotitoli No
Lunghezza 1h 25’
Qualità del filmato Discreta

ATTENZIONE: il video potrebbe non essere visibile dall’Italia, per tanto è necessario collegarsi utilizzando una tecnologia adeguata

Que viva Mexico è un film-documentario girato nel 1931 dal regista sovietico Sergei Eisenstein. L’obiettivo era quello di celebrare la rivoluzione messicana del 1911 ma l’opera rimase incompiuta. Quella a cui si può assistere oggi, infatti, è la versione elaborata nel 1979 dall’aiuto regista di Eisenstein, Grigorij Vasil'evič Aleksandrov, sulla base delle pizze originali e degli appunti del regista.

Il film-documentario è diviso in episodi che permettono di avere una visione completa e approfondita del paese messicano, sebbene il regista non ebbe a disposizione che pochi mesi per studiarlo e riprenderlo. Nel film, tuttavia, la forza pedagogica è affidata sopratutto all’immagine e alle musiche, al contrario dei documentari moderni nei quali la voce narrante ha un ruolo fondamentale. Questo, pur rendendo l’opera decisamente più difficile per il pubblico moderno, ci lascia tuttavia la possibilità di esplorare con maggior libertà i diversi significati e le contraddizioni del reale.

Buona visione!

02/09/2017 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: