Dichiarazione di sostegno all’appello “Unire la lotta contro i licenziamenti. Una classe, Una lotta”

Un appello per dare una risposta di lotta unitaria all’offensiva del capitale sui lavoratori.


Dichiarazione di sostegno all’appello “Unire la lotta contro i licenziamenti. Una classe, Una lotta”

Il Coordinamento delle Sinistre di Opposizione esprime la propria condivisione dei contenuti dell’appello “Unire la lotta contro i licenziamenti. Una classe, una lotta”. Nel pieno rispetto dell’autonomia dell’iniziativa sindacale riteniamo che essa risponda a un’esigenza che è anche politica: quella di una risposta radicale e di massa all’offensiva del capitale contro il lavoro e al tempo stesso della necessaria unificazione attorno a essa del più ampio fronte unitario dei lavoratori e delle lavoratrici, a partire dalle lotte di resistenza in atto.

In particolare riteniamo importante la valorizzazione che l’appello fa dell’esperienza di lotta della Gkn.

Una lotta che grazie alla sua radicalità non solo ha bloccato i licenziamenti ma ha saputo costruire attorno a sé un ampio fronte di solidarietà, politica e sindacale, al di là di ogni divisione. Per questo condividiamo la proposta contenuta nell’appello di far leva su questa esperienza preziosa per generalizzare le sue indicazioni, senza limitarsi alla pura solidarietà.

28/01/2022 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: