Articoli filtrati per data: Sabato, 01 Luglio 2017

Ricordo di Stefano Rodotà, scomparso a Roma il 23 giugno. La sua voce da giurista è stata e sarà considerata fra le più alte espressioni dei diritti costituzionali del cittadino.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Breve biografia di una parola e del suo successo. E’ possibile meritare qualcosa, che sia premio o castigo, senza il concorso dell’Altro?
Pubblicato in Interni |#61bd6d
Video-riassunto dell'iniziativa organizzata.
Pubblicato in Video |#D43C30
Tsipras propone ai socialdemocratici un’alleanza di governo.
Pubblicato in Esteri |#0092FF
Perché i lavoratori hanno bisogno di spostarsi? Per raggiungere il posto di lavoro. Questa necessità è dipendente da una loro libera scelta? La qualifica di utenti, maschera la motivazione sostanziale del loro spostamento, dettata da esigenze ad essi estranee.
Pubblicato in Editoriali |#D43C30
A Pontedera si è discusso del piano nazionale Industria 4.0, ovvero quando i lavoratori finanziano il proprio licenziamento.
Un duro film di denuncia sul degrado dei quartieri proletari, senza perdere la tenerezza.
Pubblicato in Recensioni |#09b500
Un operaio della Wartsila, Sasha Colautti, decide di abbandonare la FIOM della quale è stato segretario provinciale a Trieste, per aderire a USB, rinunciando al distacco sindacale per tornare in fabbrica: l’azienda lo trasferisce da Trieste a Taranto.
Gramsci, improvvisatosi giornalista per le necessità politiche della lotta di classe, ci ha indicato la responsabilità storica dell’informazione autentica, contro i giornali-merce che avvelenano i pozzi della cultura e distorcono la realtà.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
La storia della mafia prosegue analizzandone la gattopardesca metamorfosi alla fine della guerra fredda.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
A cento anni dalla Rivoluzione d’Ottobre discutiamo della sua attualità.
Pubblicato in Video |#D43C30
Legittima domanda analizzando sempre più sigle editoriali nel mercato diffuso come fenomeno europeo.
Corrispondenze operaie. Dal contrasto al disagio e dalla marginalizzazione alla produzione di nuova povertà.
Mentre le “news” sui giornali incorniciano le nozze di Pippa Middleton ed altri inutili blasonati d’Europa, accadono gli eventi importanti: le vite normali e autentiche della stragrande maggioranza delle persone.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: