Risultati della ricerca per: poesie di classe

Un nuovo appuntamento con le #poesie di classe di Giuseppe Vecchi.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Appuntamento estivo con le “poesie di classe” di Giuseppe Vecchi.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Appuntamento estivo con le “poesie di classe” di Giuseppe Vecchi.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Operai che muoiono sul lavoro: una tragedia che lascia senza parole, se non quelle espresse in versi. Un appello alla sicurezza per tutte le preziose vite di noi lavoratori/trici.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Ci dicono che le ideologie sono finite: questa è la fake news più mostruosa!
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Un topo, un rapace, un idolo vuoto, un tunnel: ecco a cosa il poeta paragona il mercato, un involucro di sangue e sudore lastricato di lustrini.
Pubblicato in Cultura |#EFA933
“Poesie di classe”: pensieri e versi per i popoli oppressi
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: