In questo giorno scuro

Il 17 febbraio 1600 veniva bruciato vivo nella piazza di Campo de’ Fiori a Roma.


In questo giorno scuro

In questo giorno scuro,
da campo de fiori se sollevò un fumo,
era er corpo avvorto dalle fiamme de Giordano Bruno,
dopo otto anni de galera e esse torturato
je tappareno la bocca pe poi esse bruciato.
Colpevole de avè affermato de come fosse pe lui la visione sur creato,
gran luminare de la filosofia
ma riconosciuta dalla chiesa de allora come fosse un principio d'eresia.
Ancora oggi studenti e ogni genere de genti
in segno de rispetto guardanno la sua statua se inchineno d'avanti.

08/02/2020 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Sandro Sciarra

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: