La storia d’Italia dagli anni settanta agli anni novanta

Ventiseiesima lezione del corso Controstoria del secolo breve (II parte: dal Secondo dopoguerra ai giorni nostri) tenuto, per l’Università popolare Antonio Gramsci, dal prof. Renato Caputo.

Segue da L’unione imperialistica europea

Principali argomenti affrontati nella lezione e nel successivo dibattito: DALLA CRISI ECONOMICA DEL 1973 AL PRIMO GOVERNO PRODI: Le cause della crisi economica in Italia; La ripresa economica degli anni ottanta; I motivi dell’effimero secondo boom economico italiano; Le ragioni della sconfitta dei salariati dall’occupazione della Fiat alla scala mobile; Evasione fiscale e debito pubblico; La malavita organizzata; Scandali e questione morale; I grandi scandali dalla fine degli anni 70’ favoriscono qualunquismo e antipolitica; Craxi e Napolitano; L’Italia negli anni novanta; L’ascesa della destra: Forza Italia, Lega nord e Alleanza nazionale; Berlusconi quale Reagan italiano; Dalla democrazia al bipolarismo liberale; Il primo governo Berlusconi; La caduta del governo Berlusconi e il governo Dini; Il primo governo Prodi.

La versione cartacea delle lezioni è in via di pubblicazione su questo giornale nella sezione Approfondimenti teorici

23/02/2019 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Renato Caputo

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: