Sabato, 10 Novembre 2018 19:07

Alberi

Una “poesia di classe” e ambientalista.
Sabato, 13 Ottobre 2018 22:35

Ekaterina

Sabato, 06 Ottobre 2018 17:14

Paradisi artificiali

Una nuova “poesia di classe” di Giuseppe Vecchi. Perché la lotta di classe si fa anche coi versi.
Domenica, 30 Settembre 2018 12:46

Razan al-Najjar

Una poesia per la giovane infermiera palestinese uccisa a Gaza da un cecchino sionista mentre, a mani alzate, cercava di prestare soccorso a un ferito.
Sabato, 22 Settembre 2018 21:13

Low!

Un nuovo appuntamento con le #poesie di classe di Giuseppe Vecchi.
Sabato, 15 Settembre 2018 19:45

Facundo Jones Huala

La resistenza mapuche in Patagonia e il suo leader imprigionato, celebrati in una poesia.
Sabato, 18 Agosto 2018 17:05

Il baratro

Appuntamento estivo con le “poesie di classe” di Giuseppe Vecchi.
Sabato, 28 Luglio 2018 18:49

Numero

Appuntamento estivo con le “poesie di classe” di Giuseppe Vecchi.
Sabato, 07 Aprile 2018 21:26

Una sinistra di sistema

Una poesia che denuncia il tradimento nei confronti delle classi popolari da parte di quella sedicente sinistra completamente funzionale al sistema di potere e sfruttamento.
Sabato, 07 Aprile 2018 21:21

Libertà

L’anima di chi insegue la libertà è una bandiera invincibile.
Pagina 1 di 3
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: