Anticonformismo

Cosa significa veramente andare contro corrente?


Anticonformismo Credits: msdiario.com

ANTICONFORMISMO

Non è sinonimo di progressismo
non rivolta sociale
né una rivoluzione che s’affaccia
sul prato dei desideri.

Non vi è nulla di più conformista
del comunismo:
tutti eguali, tutti che soddisfano
i propri bisogni,
tutti che studiano nelle stesse scuole
tutti che lavorano
e nessuno che sogna un profitto,
ma ognuno con la sua poesia in braccio
e il proprio sogno nel cuore.

Non è una scapigliatura
una sniffata di coca
un atteggiamento che nega le regole
a fare l’uomo nuovo.
Il potere accetta e consuma tutto
su ogni cosa edifica ricchezze
una sola cosa non può tollerare:
la negazione della proprietà privata. * * dei mezzi di produzione

Vi sono regole giuste
a cavallo di qualunque sistema
e altre che occorrerebbe negare
ma la rivoluzione
non sta nella negazione soltanto:
vi è tutto un mondo da costruire.

Se l’anticonformismo diventa una moda
non spaventa nessuno
ogni moda è un tassello dell’oppressione
ogni folla insegue un conformismo ostentato
sotto il velo dell’originalità.


Leggi le altre poesie di Giuseppe Vecchi

23/09/2017 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: msdiario.com

Condividi

L'Autore

Giuseppe Vecchi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: