Er mandato

Mo dopo er mandato / a chi je toccherà fa la fine / de Giulio Cesare fora ar senato?


Er mandato

Mo dopo er mandato
a chi je toccherà fa la fine
de Giulio Cesare fora ar senato?
Tra Salvini e Di Maio
che se contendeno er potere
pe governà lo stato,
tutte e due vonno comannà
e a li programmi loro
nun ce vonno rinuncià.
Solo che mo er popolo
sè stufato de aspettà
che arivi un sarvatore che ce pò sarvà.
Ce so stati governi de tutti li colori
ma è sempre er cittadino a pati' i dolori.
Sta'vorta si nun fanno i provvedimenti boni
ce tocca annà fora ar senato co in mano i picconi

Leggi le altre poesie di Sandro Sciarra.

24/03/2018 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Sandro Sciarra

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: