Osservo la gente che passa


Osservo la gente che passa Credits: E. Munch, Sera sul viale Karl Johan (Aften på Karl Johan), olio su tela, 1892, Bergen

Osservo la gente che passa


Osservo la gente che passa
Si saluta e si bacia
Qualche sorriso e l’eco di qualche risata
Qualcuno parla del mondo
Guai in vista
Qualcuno lo manda a quel paese.
Sono solo in compagnia
Osservo la gente che passa
Giochi di luci e di sguardi sotto i lampioni
Un ragazzo su un gradino fuma una sigaretta
Una ragazza cerca un volto
Un ricordo smarrito
Un incontro inatteso
Sento il suo pianto fra la folla
Beve per sognare
Dimenticare un dolore
Una gioia finita
Sono solo in compagnia
Osservo i miei pensieri
Fumo nella via


Leggi altro di Mahmoud Suboh

27/10/2018 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: E. Munch, Sera sul viale Karl Johan (Aften på Karl Johan), olio su tela, 1892, Bergen

Condividi

Tags:

L'Autore

Mahmoud Suboh

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: