È tempo di cambiare ma la lotta continua

Lettera dell’ex direttore Guido Capizzi


È tempo di cambiare ma la lotta continua Credits: la citta futura

Il settimanale gramsciano La Città Futura ha cambiato editore, da cooperativa ad associazione di promozione sociale. Stessi compagni, spese minori. Sono ruotate le cariche, quelle di caporedattore e di direttore responsabile. Dopo 4 anni e 3 mesi lascio il ruolo di direttore e mi subentra Adriana Bernardeschi. Auguri.

Da parte mia: grazie a chi è rimasto, un ricordo a chi negli ultimi mesi ha lasciato la redazione, benvenuti i nuovi. Erich Fried ha scritto queste righe che condivido: “se dubito di chi ha detto che il suo motto preferito è <bisogna dubitare di tutto>, lo seguo. E come potrebbe invecchiare il suo principio che <il libero sviluppo di ognuno è la condizione per il libero sviluppo di tutti>? Chi invecchia sono quei suoi discepoli che continuano a dimenticare quelle sue parole. Delle sue scoperte ne sono invecchiata dopo tanto tempo meno di quante ci si aspettasse. Chi dice morta la sua opera e le ragioni per cui la dice morta prova soltanto quanto sia viva, e chi vi crede alla lettera e vuole provare la validità di ogni parola prova quanto avesse ragione e perciò quanto torto quando irrideva <je ne suis pas un marxiste>” (Uno scritto dedicato a Karl Marx).

Buon cammino La Città Futura.

08/03/2020 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: la citta futura

Condividi

L'Autore

Guido Capizzi

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: