Sovranità e conflitto nella Teoria Politica Moderna: la rivoluzione inglese

Prima lezione: la concezione della sovranità durante la rivoluzione inglese. Locke ed il liberalismo.


La rivoluzione inglese ha rappresentato un modello efficace di appropriazione del potere politico statuale da parte della nascente borghesia. La concezione della limitazione dei poteri degli organi dello Stato rappresenta uno dei cardini fondamentali per la centralizzazione del potere da parte della borghesia e per la sua espansione al di fuori dei confini nazionali (colonialismo).

07/04/2019 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Francesco Cori

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: