C’è del neocolonialismo nell’agenda di Confindustria, che chiede investimenti pubblici per oltre 200 miliardi mantenendo precarietà, diritti limitati e tagli al debito pubblico.
La Confindustria ha “riformato” l’università.
Con otto deleghe la nuova ministra dell’istruzione riprende l’attuazione della legge 107; il movimento della scuola risponde riorganizzandosi.
Sabato, 17 Dicembre 2016 14:00

Dopo il No al referendum

Senza una grande mobilitazione nel paese e nei posti di lavoro, il risultato del referendum non è una vittoria

Confindustria e Cisl con la deforma di Renzi. E la CGIL che fa?

Venerdì, 16 Ottobre 2015 15:42

Cari lavoratori, guadagnate troppo

Secondo Squinzi i salari sono aumentati troppo “erodendo i profitti”.

“L’Italia deve tornare a competere”. Una affermazione che industriali e capi di governo in questi anni continuano a mettere un po’ ovunque.

Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: