Visualizza articoli per tag: Heidegger

Domenica, 10 Novembre 2019 20:05

Heidegger: un filosofo impolitico?

La posizione di Heidegger nei confronti delle vittorie e poi della sconfitta della Germania nazista e la sua giustificazione per il sostegno offerto al regime
Domenica, 27 Ottobre 2019 03:35

Heidegger, Husserl e il nazismo

Proseguiamo nella recensione di La comunità, la morte, l’occidente. Heidegger e l’ideologia della guerra di Losurdo affrontando la rottura tra Heidegger e Husserl e il modo in cui gli intellettuali tradizionali interpretano la Rivoluzione d’ottobre
Domenica, 20 Ottobre 2019 13:56

Essere e tempo e l’ideologia della guerra

Di contro a Habermas, Losurdo mostra i profondi legami fra Essere e tempo di Heidegger e l’ideologia della guerra che sarà il brodo culturale da cui sorgerà il nazionalsocialismo
Domenica, 20 Ottobre 2019 13:43

La distruzione della ragione VIII incontro

La nona lezione del corso di filosofia dell’Università popolare Antonio Gramsci, tenuto dal prof. Renato Caputo, è intitolato: “Heidegger e la lotta alla modernità”.
Domenica, 13 Ottobre 2019 06:17

La distruzione della ragione VII lezione

Nel settimo incontro del corso di filosofia tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare Antonio Gramsci ci occuperemo di G. Gentile e M. Heidegger.
Sabato, 14 Settembre 2019 20:42

Heidegger e l’ideologia della guerra

Proseguiamo nella recensione del decisivo libro di Losurdo, La comunità la morte l’occidente – Heidegger e l’ideologia della guerra, affrontandone uno dei temi centrali: l’indispensabile contestualizzazione che ha finalmente consentito di comprendere le implicazioni politiche dell’opera del più significativo e influente filosofo reazionario del secolo breve: Martin Heidegger
Tempi bui per cinema, teatro e critica: un film mediocre totalizza 14 candidature all’Oscar, un film reazionario convince la critica di sinistra e una pessima opera teatrale non smuove la critica

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: