Sostegno alla rivoluzione Bolivariana in occasione del voto del 20 maggio

La redazione de La Città Futura partecipa alla mobilitazione internazionalista in occasione delle elezioni in Venezuela.


Sostegno alla rivoluzione Bolivariana in occasione del voto del 20 maggio Credits: Locandina dell’appello internazionalista

La redazione è orgogliosa di partecipare a questo appello alla solidarietà con il popolo venezuelano in occasione dell’importante prova di democrazia del 20 maggio. Oltre alla redazione de La Città Futura e all’organizzazione militante comunista Fronte Popolare, l’appello è stato firmato da varie organizzazioni e partiti in giro per l’Europa e il mondo, prova di un impegno alla ricostruzione dello spirito internazionalista tra comunisti e di azione comune contro l’imperialismo. In particolare, sottolineiamo il ruolo di primo piano dell’organizzazione ucraina Borot’ba contro il regime fascista di Kiev e tra gli antifascisti nella Casa dei Sindacati vittime del massacro del 2 maggio 2014, nonché del partito marxista-leninista panafricano SADI, strenuo oppositore dell’intervento francese in Mali. Di seguito il testo dell’appello.

Il 20 maggio il popolo venezuelano è chiamato al voto per le elezioni presidenziali. Ancora una volta, la patria di Bolívar e di Chávez è chiamata a sostenere con la mobilitazione il processo rivoluzionario e a confermare la propria volontà di costruire una società socialista. La guerra economica permanente scatenata dall'imperialismo statunitense e dai suoi alleati contro il governo del Presidente Nicolás Maduro continua a ledere gravemente le condizioni di vita dei venezuelani, senza però riuscire a estinguerne la determinazione. I tentativi di isolare il Governo Bolivariano sulla scena internazionale continuano a fallire grazie alla fiducia e al sostegno che il chavismo riscuote tra i rivoluzionari, i progressisti e i sinceri democratici di tutto il mondo.

La trasformazione socialista della società venezuelana è la sola via per garantire al Venezuela un sistema economico e sociale dinamico e produttivo, indipendente e capace di rispondere alle aspirazioni profonde delle lavoratrici e dei lavoratori. Solo il socialismo è in grado di consolidare ed estendere le istituzioni della democrazia partecipativa bolivariana come condizione per garantire il pieno sviluppo del potere popolare.

Il governo del Presidente Maduro, nei difficili anni seguiti alla scomparsa fisica del Comandante Chávez, si è assunto il compito di portare avanti questa scelta strategica. La Rivoluzione ha fatto del Venezuela un protagonista della storia del XXI secolo e una speranza per l'Umanità intera soffocata dalla crisi economica, dall'autoritarismo e dalla generalizzazione della guerra provocati dal capitalismo. Il rafforzamento della Rivoluzione e la costruzione di una società socialista in Venezuela rivestono più che mai un'importanza strategica per la lotta di liberazione delle classi lavoratrici di tutto il mondo.

Convinti di tutto questo, rivolgiamo al Partito Socialista Unito del Venezuela, al Partito Comunista del Venezuela e ai loro alleati il nostro saluto fraterno ed esprimiamo il nostro pieno appoggio al Presidente Maduro per la contesa elettorale che, ne siamo certi, lo vedrà vincitore. Confermiamo il nostro pieno sostegno alla Rivoluzione Bolivariana e sin d'ora c'impegniamo a rinnovare la nostra solidarietà nella lotta contro qualunque tentativo, interno od esterno, di disconoscere l'espressione libera e sovrana del popolo bolivariano.
¡Patria es humanidad!


Organizzazioni firmatarie:
Fronte Popolare (Italia)
La Città Futura (giornale - Italia)
Partito Comunista (Svizzera)
Polo di Rinascita Comunista in Francia (Francia)
Partito dei Lavoratori Britannico (Gran Bretagna)
Borot'ba (Ucraina)
Partito Mondo Operaio (USA)
Partito Comunista Unito (Russia)
Solidarietà Africana per la Democrazia e l'Indipendenza (Mali)

19/05/2018 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: Locandina dell’appello internazionalista

Condividi

L'Autore

Redazione

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: