video

Nella videolezione, dopo aver affrontato i tre stadi dell’esistenza delineati nella filosofia di Kierkegaard, si analizzerà il positivismo quale cultura dominante nei paesi capitalisti fra Ottocento e Novecento, a partire dal suo fondatore: Auguste Comte.

Durante la giornata di mercoledì 25, numerosi attivisti e cittadini del quartiere San Lorenzo hanno denunciato, con una conferenza stampa nella tarda mattinata e con un partecipato corteo nel pomeriggio, lo sgombero del Nuovo Cinema Palazzo deciso dalla prefettura di Roma con la complicità della sindaca Raggi.

Vogliamo una società che metta al centro la vita e la sua dignità, che sappia essere interdipendente con la natura, che costruisca sul valore d’uso le sue produzioni, sul mutualismo i suoi scambi, sull’uguaglianza le sue relazioni, sulla partecipazione le sue decisioni.

Proseguiamo con la pubblicazione delle videolezioni del corso La distruzione della ragione. Per la critica delle ideologie filosofiche moderne e contemporanee conservatrici e reazionarie tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare A. Gramsci.

Intellettuali e artisti italiani e cubani approfittano del 501 ° anniversario della fondazione di L’Avana per rievocare il lavoro di Eusebio Leal Spengler, nel restauro e nella salvaguardia di un patrimonio architettonico cubano a predominanza dell’impronta italiana.

Le difficoltà economiche e sociali della pandemia da coronavirus sono aggravate nel Centro-America dall’ennesimo uragano che sconvolge tale regione.

Inauguriamo la pubblicazione delle videolezioni del corso La distruzione della ragione. Per la critica delle ideologie filosofiche moderne e contemporanee conservatrici e reazionarie tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare A. Gramsci.

 

Il giorno di Halloween a Roma migliaia di persone sono scese in piazza per rivendicare la necessità di avere sostegni economici per i settori colpiti dalle chiusure

La previsione di Marx della centralizzazione dei capitali si è verificata e oggi è misurabile. Una conseguenza è la centralizzazione del potere politico. La risposta sta nella pianificazione collettiva.

L’uomo e il socialismo a Cuba di Ernesto Che Guevara. La relazione tra etica e marxismo.

Il socialismo bolivariano e il populismo reazionario alla prova della pandemia globale.

E. Che Guevara (1965). Riflessioni su etica e marxismo.

Alcuni marxisti ritengono che ricercare principi etici nel marxismo implichi il ritorno al socialismo utopistico. Qui si sostiene che tali principi sono invece ricavabili dalla concezione della società presente nel marxismo diversa da quella propria del liberalismo.

Una manifestazione di solidarietà con l’isola socialista si è svolta nelle vicinanze dell'Ambasciata cubana in Italia, in piazza Santa Prisca, per chiedere l’eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba in atto da 60 anni.

Il giorno 26 settembre dalle ore 15 si è tenuta la manifestazione di "Priorità alla scuola".
Relazione tra Etica e Marxismo. I contenuti etici del pensiero scientifico minano la sua efficacia conoscitiva? Il Marxismo è pura scienza? La scienza deve essere avalutativa?
Concludiamo la pubblicazione del corso di filosofia: Le origini filosofiche del marxismo: la filosofia di G.W.F. Hegel, tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare Antonio Gramsci con la nona videolezione Filosofia della storia e spirito assoluto: arte, religione e filosofia
Proseguiamo la pubblicazione del corso di filosofia: Le origini filosofiche del marxismo: la filosofia di G.W.F. Hegel, tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare Antonio Gramsci con la ottava videolezione: Lineamenti di filosofia del diritto, moralità ed eticità
Miti e realtà del gigante cinese.
Proseguiamo la pubblicazione del corso di filosofia: Le origini filosofiche del marxismo: la filosofia di G.W.F. Hegel, tenuto dal prof. Renato Caputo per l’Università popolare Antonio Gramsci con la settima videolezione: Enciclopedia delle scienze filosofiche, filosofia della natura e dello spirito soggettivo.
Pagina 1 di 10

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: