video

Per la prima volta nella Storia, un Paese compie un genocidio sotto i riflettori di tutti i media internazionali e senza l’appoggio della maggior parte delle nazioni mondiali.

Con la giornalista, scrittrice e analista internazionale, specializzata nell'America latina, decostruiamo e confutiamo tutte le accuse rivolte dall'ideologia dominante contro il Venezuela.

Le ragioni economiche che rendono necessaria la quarta guerra mondiale imperialista in corso, dopo la fine della terza guerra mondiale, la cosiddetta Guerra fredda.

Videointervista a Fabio Sebastiani, direttore de La Città Futura.

Videointervista al nostro corrispondente da Seul, Nando Gueli

Conflitto sociale, guerra, inflazione: analizziamo insieme a Claudio Grassi le prospettive e le criticità della lista per la pace promossa da Santoro e Raniero La Valle.

Con il copresidente del Cred, centro di ricerca ed elaborazione per la democrazia, che sta da tempo seguendo direttamente la difesa di Ilaria Salis, ricostruiamo i momenti fondamentali del processo aggiornando sulle ultime novità.

Videointervista di Carla Filosa che illustra, in onore di Gianfranco Pala, la concezione del salario di Karl Marx, nel modo più sintetico e chiaro possibile, senza mai banalizzare.

Cosa succede in Estremo Oriente e come si confrontano le potenze emergenti?

Gli Usa hanno denunciato un attacco ad una loro base che avrebbe provocato la morte di tre soldati, ma che è realmente avvenuto?

Come allora i comunisti, i partigiani e l’armata rossa hanno sconfitto il nazifascismo e bloccato l’olocausto in corso, oggi gli antifascisti, i comunisti, i nipoti dei partigiani scendono in piazza nella giornata della memoria per fermare il genocidio in corso in Palestina.

L'attacco USA ha aumentato i rischi nel mar Rosso e causato solo danni limitati agli Houthi.

Nuovi scenari bellici si aprono: gli Houthi colpiscono le navi dirette a rifornire Israele che sta massacrando gli abitanti di Gaza

Giornata internazionale con il popolo palestinese che ha visto a Roma migliaia di manifestanti sfilare per le vie della capitale come in tutto il mondo. Alcuni gruppi di partecipanti hanno dato un significativo flash mob per ricordare le disumane vittime dello sterminio dello stato terrorista d’Israele contro il popolo palestinese inerme.

L’Argentina protesta contro le misure impopolari di Milei

La mancata capacità dell’esercito israeliano di trovare e distruggere i tunnel di Hamas è dovuta alla mancanza di addestramento e esperienza al combattimento in città dei suoi sottufficiali, la cui giovane età mette in mostra le carenza di comando e guida.

Lo scorso 15 dicembre una molto partecipata iniziativa presso il laboratorio politico Granma a San Lorenzo, ha discusso delle elezioni argentine e dei possibili sviluppi.

Una lunga manifestazione lo scorso 23 dicembre ha attraversato le strade del centro di Roma per protestare contro l'invasione israeliana della striscia di Gaza.

Israele sta compiendo un genocidio nei confronti della popolazione palestinese.

Le prospettive della guerra in Ucraina non sono facili da intuire, ma possiamo segnalare l’insuccesso della famosa controffensiva e il sostanziale abbandono economico e finanziario del paese da parte dei suoi alleati occidentali che lo hanno spinto a questa guerra evitabile.

Pagina 1 di 19

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: