Manifestazione di solidarietà alla Palestina

Il 15 maggio si è tenuta a Roma un’importante manifestazione di solidarietà al popolo palestinese.

L’ennesima ed ultima, in ordine di tempo, goccia che ha fatto traboccare il vaso della rabbia palestinese è stata il trasferimento dell’ambasciata USA a Gerusalemme. La repressione militare contro le proteste per le condizioni di esilio ed apartheid in cui il regime sionista costringe un popolo intero ha lasciato sul terreno quasi 70 morti, tra cui una neonata di 8 mesi. A Roma ed in molte altre città del mondo, si sono svolte manifestazioni e proteste per questa ennesima barbarie, consumata con la complicità delle autorità, delle industrie e delle grandi istituzioni culturali italiane e mondiali.

19/05/2018 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Angelo Caputo

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: