Storia d’Italia dagli anni novanta ai nostri giorni

Ventisettesima lezione del corso Controstoria del secolo breve (II parte: dal Secondo dopoguerra ai giorni nostri) tenuto, per l’Università popolare Antonio Gramsci, dal prof. Renato Caputo.

Segue da La storia d’Italia dagli anni settanta agli anni novanta

Principali argomenti affrontati nella lezione e nel successivo dibattito: DAL PRIMO GOVERNO PRODI AL GOVERNO GENTILONI: Il primo governo Prodi; La crisi dei governi Prodi, D’Alema e Amato; Il decennio berlusconiano (2000-2010); Il controllo dei grandi mezzi di comunicazione e l’astensionismo di sinistra; La crisi del governo Berlusconi; I governi del presidente (2011-14); Il governo tecnico Monti; Le elezioni politiche del 2013 dal governo Letta al governo Renzi; La battuta d’arresto del governo Renzi e la resistibile affermazione dell’opposizione populista; Dalle comunali del 2016 al referendum costituzionale; La fronda antieuropeista e il ripensamento della questione dei profughi; Il riposizionamento del Vaticano dopo la deriva reazionaria di Ratzinger; Dalla sconfitta del referendum costituzionale al governo Gentiloni.

16/03/2019 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.

Condividi

L'Autore

Renato Caputo

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: