Nasce il nuovo Bollettino internazionale!

Nato dalla collaborazione tra organizzazioni comuniste di tre paesi, il progetto intende fornire una analisi della fase comparata e costruire una strategia di classe unitaria.


Nasce il nuovo Bollettino internazionale! Credits: frontepopolare.net

Abbiamo deciso di sfruttare l’occasione dell’evento dello scorso 11 novembre organizzato in occasione del Bicentenario della nascita di Marx, per annunciare anche l’uscita del primo numero del bollettino “Notizie e opinioni internazionali”, nato su iniziativa e dal coordinamento di Fronte Popolare, del Polo di Rinascita Comunista in Francia (PRCF) e del Partito dei Lavoratori Britannico (WPB)

Perchè un bollettino internazionale?

Ogni comunista lo sa: la dimensione internazionalista è l’orizzonte imprescindibile entro cui organizzare la lotta politica, perché il capitale è globale come lo è anche lo sfruttamento delle classi subalterne. Questo bollettino nasce dalla necessità - e, al tempo stesso, con la finalità - di un confronto continuo e serrato tra le diverse e particolari esperienze riscontrabili a livello nazionale, in grado di fornire un livello di analisi maggiormente penetrante degli attuali fenomeni politici e sociali e mirare a definire una strategia di classe unitaria su scala internazionale che contribuisca a rendere più incisiva la lotta di classe in una fase, come quella attuale, di particolare recrudescenza, reazione e repressione operata dal capitale.

Come nasce il progetto

L’idea di questo bollettino è il risultato tangibile di un lungo lavoro di contatto, conoscenza, comunicazione, scambio di informazioni, incontri e iniziative comuni tra organizzazioni che hanno agito politicamente, ognuna sul proprio territorio, nell’ottica di tentare di incidere all’interno del contesto sociale e politico di provenienza e di lavorare nella logica di favorire un processo aggregativo di forze. Questo bollettino sancisce tale riconoscimento reciproco del lavoro svolto insieme e tuttavia intende aprirsi quanto più possibile alla partecipazione di nuovi partiti e organizzazioni comuniste di differenti paesi, come accadrà già dalle prossime uscite del Bollettino con nuovi e più numerosi interventi.

Com’è fatto, dove lo trovo e quando?

Per ricevere questo primo numero in uscita (e/o per ricevere informazioni, osservazioni e mettersi in contatto) basta mandare una mail all’indirizzo . Il bollettino uscirà a cadenza bimestrale in tre lingue differenti (italiano, inglese e francese).

Nel primo numero viene affrontata, con una panoramica generale nei diversi Paesi, la situazione della classe lavoratrice attuale; nei prossimi saranno moltissimi gli argomenti che verranno trattati con lo stesso metodo di raffronto, tra cui l’attacco alle organizzazioni sindacali in ogni paese (ma anche i contro-attacchi e i successi!), l’UE dopo la Brexit, la posizione della classe operaia nei diversi Paesi e molte altre tematiche di approfondimento teorico, culturale e storico.

Ribadiamo la soddisfazione nel presentare il frutto di questo lavoro che ci ha impegnato in passato, ci assorbe oggi e ci vedrà in prima linea anche nel futuro, sperando di poter accogliere al confronto sempre più organizzazioni e contributi. Infatti va ripetuto: il Bollettino “Notizie e opinioni internazionali” non rappresenta un punto di arrivo, ma di inizio per un lavoro comune di ricerca e sintesi politica. Non dunque la manifestazione di una visione comune prefabbricata, ma un esercizio dialettico teso a maturare una superiore comprensione della realtà in cui viviamo e lottiamo.

Nel rispetto dell’autonomia di ciascuno. Per imparare l’uno dall’altro. Per la costruzione di una nuova epoca.

24/11/2018 | Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte.
Credits: frontepopolare.net

Condividi

L'Autore

Fronte Popolare

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: