Sabato, 27 Ottobre 2018 13:01

Keynes: internazionalista o nazionalista?

Keynes mirava a qualche modesto intervento di riparazione del capitalismo liberale, per farlo funzionare senza la necessità di una rivoluzione socialista.
Su iniziativa di Fronte Popolare e del NDFP filippino, un appuntamento internazionalista per chiudere le celebrazioni del bicentenario della nascita di Marx e riaffermarne l'attualità e l’utilità per il movimento rivoluzionario.
Sabato, 20 Ottobre 2018 17:48

Tesi per la ricostruzione del partito

Documento fondativo del collettivo politico La città futura.
Durante la Grande Depressione degli anni '30 Keynes fece a meno delle soluzioni monetariste alle crisi e optò per uno stimolo fiscale, proponendo persino la "socializzazione degli investimenti", una politica molto più radicale rispetto alla produzione di più i soldi.
Sabato, 15 Settembre 2018 20:37

Le origini filosofiche del marxismo

L’importanza della filosofia hegeliana per una comprensione adeguata e non dogmatica del marxismo.
L’incremento della robotica conduce al deperimento della legge del valore, entrando, così, in contraddizione con il fine capitalistico di estrarre plusvalore dalla produzione di merci.

Il capitalismo usa il razzismo per perpetuarsi e per colpire la classe lavoratrice. Per combatterlo non basta l’atteggiamento umanitario ma serve la coscienza di classe che individui il vero nemico.

Sabato, 25 Agosto 2018 17:15

L'economia robotica

Nonostante l’introduzione dei robot e la crescente automazione, l’elemento attivo nella produzione sociale di valori d’uso rimane il lavoro umano, i robot industriali non sono mai completamente autonomi dall’uomo.
Sabato, 18 Agosto 2018 17:14

Il realismo hegelo-marxista di Losurdo

Grandezza e limiti del marxismo programmaticamente controcorrente di Domenico Losurdo.
Sabato, 11 Agosto 2018 22:29

I nuovi “amici del popolo”

Il popolo non ha amici o poteri che lo tutelino, ma ha bisogno innanzitutto di fuoriuscire dall’ignoranza cui è stato da sempre relegato.
Pagina 1 di 10
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: