Visualizza articoli per tag: guerra

Sabato, 08 Giugno 2024 01:32

Escalation del conflitto Russia-Ucraina

La riunione informale a Praga dei ministri degli Esteri sulla proposta di Stoltenberg di togliere le restrizioni all’uso delle armi date a Kiev è un passo verso l’escalation del conflitto. Contrari Italia, Spagna e Belgio; mentre la Russia dichiara che agirà in modo deciso e proporzionato.

Perché la perdita d’egemonia dell’imperialismo occidentale non determina automaticamente la crescita del conflitto sociale e la riaggregazione politica in chiave antimperialistica delle masse popolari. Inizio di una riflessione.

Le condizioni oggettive e soggettive per l'escalation della guerra in Europa

Venerdì, 17 Maggio 2024 18:03

Monti invoca i grandi spiriti del passato

E’ veramente possibile una guerra aperta tra l’Europa e la Russia?

Venerdì, 03 Maggio 2024 22:39

Le radici economiche (strutturali) della guerra

Le ragioni economiche che rendono necessaria la quarta guerra mondiale imperialista in corso, dopo la fine della terza guerra mondiale, la cosiddetta Guerra fredda.

Videointervista al Prof. Francesco Schettino

Sabato, 20 Aprile 2024 08:44

La guerra tra Israele e Iran è imminente?

 Con la risposta iraniana alla provocazione israeliana cresce la possibilità di estensione del conflitto in Medio Oriente, tanto più che Netanyahu potrebbe essere tentato di alleviare la crisi del proprio governo con una guerra all’Iran.

Videointervista al nostro corrispondente da Seul, Nando Gueli

Venerdì, 05 Aprile 2024 18:16

L’Unione Europea al bivio tra guerra e pace

L’Ucraina, nonostante i notevoli sforzi economici e militari occidentali, sembra essere sul procinto di perdere la guerra con la Russia. Ciò spinge verso un ingresso diretto della UE nel conflitto. Per questo alle imminenti elezioni europee è necessario l’affermarsi di un segnale di pace. 

Pagina 1 di 17

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: