Attacchi, attentati, guerra. Tutte le responsabilità del presidente Erdogan e del governo di Ankara

Venerdì, 19 Febbraio 2016 21:39

La NATO contro i curdi. La battaglia di A’zaz

La resistenza del popolo curdo mette a nudo il fallimento del progetto egemonico degli USA in Medio Oriente.

Domenica, 15 Novembre 2015 10:09

Parigi: terrore, guerra e ipocrisia

Una riflessione controcorrente sulle cause e i moventi autentici di questo periodico e regolare esplodere di atti terroristici.

Per la prima volta dopo 13 anni al potere, il partito conservatore del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, l’Akp, perde la maggioranza assoluta. Sfuma così l’idea del discusso leader incontrastato della scena politica turca di dare vita a una repubblica presidenziale.  

Sabato, 31 Gennaio 2015 18:55

Kobane liberata dallo Stato Islamico

La guerriglia del Kurdistan ha annunciato che lo Stato Islamico (IS) è stato sconfitto a Kobane. Dopo quattro mesi di combattimenti, il popolo del Kurdistan festeggia un trionfo che, dichiarano, consolida una rivoluzione in marcia. Ora si tratta di impedire il ritorno dell’IS e ridare vita ad una città piegata dai combattimenti.

“Marinai musulmani in America nel 1178” afferma Erdogan. “Nei suoi diari Colombo cita una moschea a Cuba”. Il presidente turco, 10 anni da premier a fare cose concrete, ora filosofeggia. L’Islam vilipeso nel mondo dal predominio giudaico cristiano: la Turchia nel Consiglio di sicurezza Onu. Conferma che l’America fu scoperta da un musulmano prima di Colombo e che le donne sono diverse dall’uomo.

Pagina 2 di 2
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: