Esteri

Gli attacchi razzisti di Trump contro le quattro deputate progressiste celano la complicità tra i repubblicani e l'establishment democratico e alimentano il razzismo per distrarre le classi popolari.

O la presidenza von der Leyen sarà in grado di portare a termine il Quarto Reich, oppure si affermerà ancora una volta la supremazia dell'imperialismo USA
In che modo il rafforzarsi dell'egemonia dell'imperialismo tedesco nell'UE cambia i rapporti di forza internazionali? Alcune riflessioni per aprire un dibattito tra i comunisti.
La politica “un paese, due sistemi” sta mostrando contraddizioni di cui i paesi imperialisti si stanno approfittando.
Cronaca e prospettive dello sciopero generale del 14 Giugno in Brasile
La più bella costituzione dell’occidente capitalista impallidisce di fronte alla nuova costituzione cubana

La più bella costituzione dell’occidente capitalista impallidisce di fronte alla nuova costituzione cubana

Per i progressisti è naturale schierarsi dalla parte delle manifestazioni di massa. Ma è dovere dei rivoluzionari guardare più in profondità.
Un reale e ammirevole esercizio di reale democrazia partecipativa in un paese da decenni costretto a vivere in uno stato d’assedio impostogli dalla maggiore potenza internazionale
La campagna del senatore indipendente USA Bernie Sanders in vista delle presidenziali 2020 ha avuto una svolta in senso più marcatamente socialdemocratico con le sue proposte per la proprietà delle imprese da parte dei lavoratori e per il loro ingresso nei consigli di amministrazione.
L’apparente paradosso di un’economia che, nonostante una crescita economica sostenuta, è afflitto da tremendi problemi sociali ed acute disuguaglianze
Mentre a Casal Bruciato va in scena l’ennesimo episodio di guerra tra poveri strumentalizzata dai fascisti, in Venezuela, al secondo Forum Internazionale della casa organizzato dalla Gran Misión Vivienda, si esemplifica l’alternativa.
Vendite di armi: la Francia deve interrompere il suo mercato ai fornitori di guerra.
La ripresa della propaganda anticomunista negli USA è la risposta dei media e degli intellettuali organici alle classi dominanti ma gli argomenti utilizzati mostrano le debolezze e le contraddizioni di sempre.
Gli Stati Uniti hanno bisogno delle basi militari per mantenere il loro dominio imperialista sul mondo. L’occupazione dei paesi che ospitano le sue basi si fonda sulla Nato. Cosa sta alla base della smodata ambizione Usa?
Ogni giorno si respira aria di guerra, civile e internazionale. Troppi gli interessi in gioco.
Intervista a Sandra Scagliotti, Console onorario della Repubblica Socialista del Việt Nam.
Come al solito gli Stati Uniti accusano e gli fanno eco i mass media, ma sono sempre i primi a violare i trattati.
Il nostro reportage da New York sulla manifestazione “Hands Off Venezuela!” svoltasi nel pomeriggio di sabato 23 febbraio a Wall Street.
In Cile i diritti umani dei Mapuche e dei lavoratori non vengono rispettati. Colloquio con Eduardo Contreras, avvocato ed esperto di Diritti Umani, protagonista della prima denuncia legale a Pinochet nel Cile del dopo-dittatura.
Un’offesa alla giustizia e alla democrazia, alla volontà popolare e ai diritti umani.
Per la borghesia internazionale non basta seguire le regole della democrazia formale.
I presunti insulti antisemiti al filosofo Alain Finkielkraut durante la settimanale protesta per le strade della capitale e di altre città francesi.
Non solo la storia ci insegna che i processi rivoluzionari sono più utili agli altri popoli, piuttosto che ai paesi che si trovano in essi impegnati in una condizione di isolamento, ma un minimo di buon senso dovrebbe portarci a riflettere in primis sulle nostre gravissime carenze, piuttosto che su quelle decisamente meno significative di chi si trova, proprio perciò, assediato dall’imperialismo transnazionale.
Tatticamente occorre appoggiare i governi progressisti latino-americani, implementando però la strategia di radicalizzare i tentativi di cambiamento intrapresi, come negli anni ’60 fece Cuba.
Quali sono, quante sono, a cosa servono e chi ha deciso le sanzioni statunitensi nei confronti del Venezuela bolivariano?
Oggi è la difesa del Venezuela, avanguardia dei paesi antimperialisti, a fare da discrimine fra le forze di destra e di sinistra a livello internazionale.
Dal 1975 il Paese è passato a lungo sotto silenzio, ma ora riacquista molta importanza.
Ad una settimana dal tentato colpo di Stato perpetrato dagli Stati Uniti in Venezuela indaghiamo i motivi di questa ennesima aggressione.
La propaganda contro il Venezuela bolivariano criminalizza i nemici da conquistare.
Pagina 1 di 20

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: