Interni

il 7 luglio il coordinamento lotte unite, nato a Roma da lavoratrici e lavoratori autoconvocati di diverse vertenze, ha realizzato un assemblea per costruire una piattaforma unitaria per le lotte sul lavoro della città…
Un documentario per far luce sui traffici internazionali, i depistaggi ed i segreti che circondano la sparizione dell'elicottero della Guardia di Finanza A-109, nome in codice 'Volpe 132', la sera del 2 marzo 1994.
La Piattaforma Eurostop diventa un movimento sociale e politico. La sfida è “cambiare il Paese con i tre No all’Euro, all’Unione Europea, alla Nato”: analizziamo come e perché.
Breve biografia di una parola e del suo successo. E’ possibile meritare qualcosa, che sia premio o castigo, senza il concorso dell’Altro?
La più grande casa editrice scientifica a difesa della rendita.
Protesta in stile leghista in un centro commerciale del Centrosud con marchio Conad. Minacce di non pagare le tasse contro l’ospitalità a qualche richiedente asilo. Ma a pagarne le spese sono sempre i lavoratori, italiani e non.
Breve biografia di una parola e del suo successo. E’ possibile meritare qualcosa, che sia premio o castigo, senza il concorso dell’Altro?
Un commento al decreto delegato n 65/2015 sul sistema integrato 0/6.
Intervista a Paolo Maddalena, vicepresidente emerito della Corte costituzionale, sui macrotemi della politica e della finanza e sull’iniziativa lanciata al teatro Brancaccio di Roma il 18 giugno al fine di costituire una forza unitaria di sinistra.
Il 18 giugno 2017, al teatro Brancaccio di Roma si è svolta un’assemblea quasi pubblica per un’alleanza quasi popolare. Ai compagni del csoa di Napoli è stata rifiutata la parola.
Un commento al decreto delegato n 65/2015 sul sistema integrato 0/6.
Mattarella Mattarellum, quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello, con la fede e con l’anello?
Un matassa di leggi incostituzionali ha distrutto lo statuto dei lavoratori. Aprire una stagione di lotta è l’unica possibile soluzione per fermare questo sfacelo.
La solidarietà al grido di dignità e libertà dei prigionieri politici palestinesi durante ed oltre lo sciopero della fame.
Politiche di privatizzazione e aziendalizzazione dell'Università pubblica.
L’acqua pubblica come bene comune, fuori dalla logica del profitto, gestito dai lavoratori e dai cittadini.
In 1010 Comuni italiani si votano i Sindaci. I ballottaggi previsti il 25 giugno.
la Sardegna, ponte sul Mediterraneo, tra la sfida antimilitarista, le potenzialità sprecate e le prospettive di sviluppo.
La “governabilità” è un'invenzione della Commissione Trilaterale per distruggere la rappresentanza e restringere la partecipazione popolare.
Una serie infinita di menzogne avviluppano le vicende della Consip e della banca Etruria, facendo emergere corruzione e mala politica.
Se vuoi studiare, chiedi un prestito bancario.
Si allargano le possibilità perché si possa sparare ed uccidere un uomo per difendere la proprietà di un anello d’oro o di un quadro, ma non a rubare quando si ha fame.
La più grande speculazione urbanistica dall'unità d'Italia sacrifica l'interesse pubblico alla rendita fondiaria e al profitto, complice il governo.
Una città allo sbando in cui vigono, ormai le leggi “fai da te” della violenza fascista e della xenofobia.
Il Convegno Contro la Repressione delle Lotte e del Dissenso del 22 Aprile a Milano.
Valentino Parlato è stato un uomo schivo, disinteressanto al potere, comunista mosso dalla volontà di trasformare il mondo.
I centri di accoglienza spesso assomigliano a luoghi di detenzione dove si identificano individui considerati potenzialmente pericolosi.
La netta affermazione del No fra i lavoratori dell’Alitalia mostra che siamo necessariamente un paese senza futuro solo se accettiamo il pensiero dominante neoliberista.
L’Anpi ha esteso l’invito a partecipare alla festa della Liberazione a tutte le realtà antifasciste. Ma la comunità ebraica salta l’appuntamento.
Un laboratorio politico che sia di riferimento per chi si riconosce nei valori della sinistra e dell'antifascismo.
Pagina 9 di 23

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: