Interni

La quasi totalità dell’economia siciliana è sotto il controllo di Cosa Nostra.

Elezioni a Roma. Il balletto dei nomi, primarie e keremesse che circolano non affronta i problemi della maggioranza della città.

Un recente fatto di cronaca fa riflettere sulla sempre maggiore diffusione di un senso comune che interpreta le relazioni sociali.

Documento dei GC. No a precarietà, euro e UE. Per il socialismo.

"La UE oggi è lo strumento delle borghesie europee. Dovunque si incrini la catena, là si deve agire per spezzarla."

L'urgenza di dire basta al neoliberismo diventa un impegno alla lotta popolare in tutto il “Vecchio Continente”.

Si voterà tra il 15 aprile e il 15 giugno in 1322 Comuni.

Frantumazione e svuotamento dei vecchi partiti, nuovi soggetti politici ambigui e trasversali, necessità di tornare alle radici e agli scopi fondamentali dell’azione politica.

La legge italiana non riconosce ancora le unioni civili, contravvenendo ai diktat della Corte europea dei diritti umani.

Appalti mafiosi a Roma nel “death system”. Gli avvoltoi della morte aleggiano sui luoghi del dolore a scopo di lucro.

La Nato punta su Sigonella per l'utilizzo sempre più ampio dei velivoli senza pilota

Difendere i beni comuni significa spezzare il legame che unisce lo stato al mercato.

La sconfitta sul piano sociale delle classi subalterne richiede delle contromisure in grado di ribaltare i rapporti di forza.

Qualche giorno fa si è interrotto il tavolo della "Costituente della sinistra". perchè?

La sentenza della Quinta Corte Suprema di Cassazione assolve le guardie di polizia penitenziaria e annulla l’assoluzione per i medici.

I comunisti hanno bisogno oggi in Italia di definire un programma massimo e di un programma minimo a partire dal quale costruire un fronte unico antiliberista e anticapitalista.

Nei giorni scorsi si è concluso il passaggio referendario della proposta di piattaforma contrattuale approvata dalla Fiom nell’assemblea nazionale della fine di ottobre.

Pensioni, salute, fiscalità: ancora una volta le politiche governative determinano ulteriori perdite di autonomia per i soggetti non privilegiati.

Di fronte all’imprescindibile necessità di riconquistare la credibilità perduta fra le masse popolari, i comunisti non possono mancare l’appuntamento con le comunali romane.

Molte le realtà intervenute all’ultima assemblea del Laboratorio Romano per lo Sciopero Sociale.

Pagina 13 di 22

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

APPUNTAMENTI

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: